Le piattaforme di pagamento non sono tutte uguali. Le banche business ti aiutano a tracciare gli ordini in maniera sicura

Una delle funzioni più importanti per il business è avere sistemi di pagamento online che siano funzionali e a basso costo. Quando un cliente vuole un prodotto, sia esso materiale o immateriale, procede all’acquisto attraverso dei sistemi che processano il pagamento. In media le grandi banche hanno algoritmi interni che lavorano dall’inizio alla fine, in altri casi però viene elaborato da un processore di pagamento. Queste formula sono gateway di pagamento che permettono di effettuare delle transazioni sicure e rapide, sia per il cliente che per il commerciante.

Tuttavia tutta questa flessibilità ha un "costo" non sempre ben evidente, che si ripercuote sul totale e quindi sul guadagno. Per ogni sistema bisogna considerare: costi, vantaggi e caratteristiche per capire se la banca ha una linea interna ed esterna e quando questo è importante per la propria attività.

Piattaforme di pagamento più diffuse in Italia

Le piattaforme di pagamento non sono tutte uguali, quelle che è possibile connettere alle banche, sono essenzialmente tre in Italia:

Paypal è un canale sicuro e diffuso, ampiamente utilizzato che si connette a tutte le banche e permette di gestire ogni forma di pagamento. Paypal è sicuro ma per i venditori ha delle insidie: in primo luogo è garantista verso il cliente, offre quindi una protezione che in caso di problemi si ripercuote sul venditore, inoltre ha delle commissioni che sono applicate al venditore anche quando il cliente annulla la transazione. Questo è un peso importante. Per i pagamenti standard il costo è di 2.9% + 30 centesimi a transazione, per i pagamenti pro, cioè per chi è abbonato, è possibile pagare 30 dollari al mese con una serie di benefici oltre il pagamento su transazione del 2.9%+3 centesimi.

Nexi è la seconda piattaforma più utilizzata in Italia, offre forme di pagamento per ordini e non solo ed è nata dall’unione di ICBPI e Carasì, quindi ha uno stampo bancario. Per chi fa business ci sono essenzialmente due versione: Easy e Pro. La prima è una soluzione pratica e veloce che permette di effettuare pagamenti in ogni parte del mondo e quindi di riceverli. La versione Pro invece è avanzata e permette al venditore di domiciliare i pagamenti.

Stripe è tra i sistemi pagamento online più utilizzato nell’ultimo periodo. Molto semplice e intuitivo, ideale per e-commerce. Accetta diverse forme di pagamento come Sepa e GiroPay. Le transazioni sono veloci e sicure, inoltre c’è grande attenzione per l’attività perché oltre al cliente viene controllata costantemente la sicurezza del venditore. Una delle particolarità di questo sistema è poter accettare i pagamenti in Bitcoin, Alipay e ACH. La commissione è abbastanza elevata, si va dall’1.4% + 0.25 euro a transazione per l’Europa a 2.9% + 0.30 euro per l’estero. Il problema maggiore però per il venditore è che questa piattaforma non trasferisce i fondi nell’immediato ma serve una settimana.

Quali sono gli strumenti e le caratteristiche delle piattaforme di pagamento

Le piattaforme di pagamento sono necessarie per consentire ai venditori di avere gateway per le transazioni. Queste sono collegate a banche business e permettono quindi all’imprenditore di non preoccuparsi di nessun aspetto amministrativo poiché, lavorando in sincronia con il proprio conto corrente business, permettono di tenere traccia di tutti i movimenti, gli ordini, i pagamenti, le transazioni annullate e quindi i guadagni effettivi. I sistemi di pagamento online hanno elevati sistemi di sicurezza, questi sono studiati per i clienti ma anche per i venditori.

I dati sono criptati e quindi offrono canoni antifrode elevati. Questo vuol dire che sarà possibile utilizzare il sigillo di qualità per i pagamenti elettronici, marchio di affidabilità per tutti coloro che si rivolgono all’attività. I dati sensibili sono sempre protetti, ci sono funzionalità aggiuntive di sicurezza come firme digitali, chiavi di accesso e PIN. Questi gateway possono o meno accettare alcuni sistemi di pagamento. Per questo motivo quando si naviga su un sito è possibile vedere tra le forme accettate alcune opzioni ed altre escluse. Più il sistema di pagamento è radicato e maggiori sono le possibilità offerte e quindi la possibilità di incontrare la forma di pagamento del cliente.

Quelle più avanzate sono in grado di accettare anche le criptovalute come forme di pagamento ovvero i bitcoin e simili. Questo aspetto va considerato con attenzione, se è un servizio incluso nel pacchetto vale la pena aggiungerlo alla lista. I sistemi di pagamento online che accettano questo tipo di funzione sono Bitpay, Coinbase e GoUrl.io con una serie di costi di commissione da aggiungere. Qualora si parli di sistemi di pagamento che richiedono commissioni aggiuntive è meglio tenersi su quelli strettamente diffusi come Visa, Mastercard, Paypal.

In generale tutti i sistemi di pagamento online prevedono dei costi per i venditori ma questi sono essenziali. Bisogna scegliere se puntare ad un pagamento mensile oppure per transazione. Per chi riceve molti ordini o per cifre importanti è meglio optare per un forfettario o comunque scegliere delle formule che offrono delle caratteristiche aggiuntive.

Sistemi di pagamento online: come semplificano il business

Per la ricezione dei pagamenti avviene tutto in automatico, poiché questi sistemi sono collegati alle banche che quindi effettuano la transazione e ricevono con un codice univoco l’importo. Questo rende chiaro scoprire dall’estratto conto quelle che sono le transazioni effettuate attraverso quel canale. Quando il pagamento è andato a buon fine, l’operazione viene resa disponibile sul conto corrente. Questo metodo è pertanto agevolato soprattutto per i pagamenti ricorrenti. Le richieste di pagamento sono immediate, facili da gestire e semplici da editare dal punto di vista burocratico. Esistono anche sistemi appositi che si possono integrare sulle piattaforme principali come WooCommerce, Shopify, Magento.

In alcuni casi specifici si può scegliere di avvalersi del POS virtuale un sistema innovativo, sicuro e ideale per l’Europa che permette di avere pagamenti in tempo reale sul conto corrente senza passare per i sistemi di pagamento di terzi. È facile da acquistare, si può ottenere direttamente dalla propria banca direttamente online e funziona come un normale strumento di pagamento. Il cliente può pagare inserendo la propria carta, codice CVV, nome e cognome e data di scadenza. Questo semplifica di molto l’approccio al business e soprattutto permette di avere una linea diretta tra la banca, l’utente e il cliente finale.

I POS digitali sono innovativi ma devono essere offerti dalla banca sul conto business, in questo modo tutti i pagamenti vengono indirizzati sul proprio conto, si ricevono i messaggi di accettazione degli ordini e della transazione in tempo reale, si monitorano i pagamenti (autorizzati e incassati), si possono disporre gli storni o controllare eventuali problemi. la funzionalità del POS online è assolutamente ottimale per indirizzare il business verso una crescita programmate e costante.