Qonto : La neo-banca per le PMI e i liberi professionisti

Qonto è una neo-banca francese, specificatamente pensata per la piccola e media impresa. Magari per parlare di amore vero è un po’ presto, ma sicuramente Qonto (pronunciato alla francese, con l’accento sulla O finale) ha le carte in regola per far innamorare di sé tutte quelle realtà alla ricerca di servizi adatti alle loro dimensioni medio-piccole, ma che spesso non trovano nei canali classici del mondo bancario.

Chi è Qonto

Società nata in Francia nell’aprile del 2016, l’anno successivo ha fatto il suo ingresso ufficiale sul mercato. Oggi ha uno staff di 150 persone ed è parte di quell’universo conosciuto anche con il termine di challenger bank, quegli istituti, cioè, che operano esclusivamente online. In due anni la società ha acquisito 50 mila clienti e nel 2018 è arrivata a gestire transazioni per un ammontare di 3,5 miliardi di euro.

Dalla tarda primavera 2019 è presente anche in Italia, dove punta a diventare un faro nel mare delle offerte finanziare dedicate al B2B, considerato che l’azienda offre già i suoi servizi, oltre che nella natia Francia, anche in Spagna e sta muovendo i primi passi sul mercato tedesco.

Unendo insieme un’anima ribelle, efficienza e “sense of humour”: sul sito ufficiale, accanto ai numeri che rendicontano il business compare anche il totalizzatore dei caffè bevuti in ufficio!

Il conto corrente Qonto

Il conto corrente è stato studiato per semplificare tutta quella che è l’operatività bancaria quotidiana legata al mondo del business e funziona esclusivamente online, rendendo semplici e veloci operazioni come: pagamenti, contabilità, note spese dei collaboratori e flussi di cassa in entrata e in uscita. Il tutto gestito da tre semplici piani tariffari, due dedicati alle aziende e uno per i liberi professionisti, implementabili a seconda delle singole esigenze e a costi trasparenti. Una serie di caratteristiche a cui bisogna aggiungere la velocità di attivazione del conto: una manciata di minuti, senza scartoffie da firmare in sede o filiale.

Ma vediamo più nel dettaglio come funziona questa fintech bank:

  • Pagamenti e prelieviVa premesso che il conto corrente è del tipo multicarta. Più specificatamente, ogni membro del team può arrivare ad avere fino a 5 carte associate al conto. Le carte appartengono al circuito Mastercard e vengono fornite sia in formato fisico che virtuale (per l’operatività online). Le carte fisiche hanno un’operatività che consente di effettuare prelievi per un ammontare complessivo di 1.000 €/30 giorni da qualsiasi sportello ATM.
  • Gestione spese dei team Qonto possiede anche un’altra comoda funzionalità, utile per organizzare la disponibilità economica che l’azienda vuole conferire ai diversi membri dello staff tenuti, per ragioni di servizio, a sostenere delle spese: il conto corrente mulltiutente. Si tratta di un conto a cui possono essere associate più carte, fisiche e virtuali, intestate a 3 diversi ruoli (Admin, contabile e collaboratore) con differenti autorizzazioni specifiche che comprendono: i pagamenti online, il ritiro di contante o i pagamenti all’estero. In base alle esigenze interne, l’azienda decide a propria discrezione quale importo affidare alle singole carte, fino ad arrivare ad un tetto massimo di spesa di 20.000 euro per carta ogni 30 giorni. Per maggiore sicurezza, solo gli Admin possono effettuare bonifici dal conto senza autorizzazione.
  • Semplificazione della contabilitàTutti gli utenti dell’account possono caricare il giustificativo di spesa (copia della fattura o della ricevuta) e aggiungere eventuali note personali. La funzione è pensata per poter gestire i documenti e permetterne la visualizzazione al commercialista.Per quanto riguarda la gestione dei documenti, Qonto consente a tutti gli utenti dell’account, per ogni spesa effettuata, di caricare in modo semplice ed intuitivo il relativo giustificativo di spesa (come la copia della ricevuta o della fattura) e di aggiungere annotazioni personali. È possibile operare su desktop con un semplice drag and drop oppure scansionare il documento con lo scanner-in-app.Al commercialista, invece, può essere concesso l’accesso al conto in una “modalità di sola lettura”, mediante la quale gli è possibile scaricare tutta la documentazione utile ai fini fiscali. Da sottolineare che Qonto fornisce anche l’open API per accedere al conto da gestionali/SaaS di terze parti.

Inoltre, con pochi click, è possibile avere il quadro completo della situazione, perché i dati contenuti sul conto permettono di accedere rapidamente ad informazioni legate al fatturato del singolo cliente, anche diviso per periodi di tempo. Così come l’azienda può tenere sotto controllo tutte le spese che affronta, magari dividendole in base alle aree tematiche specifiche.

I costi di Qonto

Qonto permette di attivare piani tariffari per aziende e professionisti.

AZIENDE:

  • Un piano tariffario da 29,00 € al mese + IVA che consente: fino a 5 utenti, 2 Carte di debito fisiche, 2 Carte di debito virtuali, 100 bonifici (in entrata/uscita) o addebiti diretti SEPA (SDD), accesso dedicato al commercialista/contabile e categorizzazione delle spese (tag personalizzabili).
  • Un piano tariffario da 99,00 al mese € + IVA che consente: utenti illimitati, 5 carte di debito fisiche, 5 carte di debito virtuali, 500 bonifici (in entrata/uscita) o addebiti diretti SEPA (SDD), accesso dedicato al commercialista/contabile, categorizzazione delle spese (tag personalizzabili), richieste di bonifico e assistenza VIP dedicata.

LIBERI PROFESSIONISTI:

  • Un piano tariffario da 9,00 € al mese + IVA che consente: massimo 1 utente , 1 carta di debito fisica, 20 bonifici SEPA (in entrata/uscita) o addebiti diretti SEPA al mese, pagamenti con carta illimitati, carta con assicurazione Mastercard Business inclusa, upload di ricevute e fatture e lista movimenti illimitata (con relativi allegati).

Ogni piano offre anche la possibilità di essere esteso, aumentando il numero di carte o potenziandone le funzionalità disponibili, per le quali, nel caso vi interessi l’argomento, vi invitiamo a visitare il sito ufficiale della compagnia.

A chi si rivolge Qonto?

Il conto corrente Qonto è un conto business studiato per PMI, startup e liberi professionisti, in grado di adattarsi alle esigenze delle realtà produttive composte da 1 fino a 250 collaboratori.

Come aprire un account Qonto

Un account Qonto è piuttosto semplice da aprire: servono una quindicina di minuti e una connessione internet. Una volta che la registrazione viene confermata, all’utente vengono rilasciate le credenziali d’accesso, il numero IBAN e il numero della carta. Da sottolineare che l’azienda offre un mese di prova gratuita e senza impegno.

Cose da “memo”

Assodato che Qonto offre un servizio innovativo, può sicuramente tornare utile tenere a mente alcune riflessioni:

  • Per le sue caratteristiche, Qonto promette velocità di funzionamento, comodità e precisione. Tutte peculiarità assai utili che rendono l’operatività quotidiana più fruibile,
  • Qonto non è una banca, ma un istituto di pagamento che opera sotto la supervisione dell’ACPR (Autorité de Contrôle Prudentiel et de Résolution), l’organismo che controlla tutte le banche francesi. Un conto corrente di Qonto non può andare in negativo.
  • La sicurezza dei fondi depositati è garantita dal Crédit Mutuel Arkéa (l’istituto di credito a cui Qonto si appoggia). Nessuno, né Qonto, né chiunque altro, può utilizzare o investire i soldi depositati che sono ad esclusiva disposizione del proprietario dell’account.
comments
Lascia una risposta

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *