Esistono soluzioni bancarie per imprese senza canone? Confronto tra le proposte sul mercato.

Il mercato bancario offre soluzioni molto varie per le imprese. Non tutte, come si potrebbe invece immaginare, sono a pagamento. Ciò vuol dire che è possibile trovare un conto corrente senza canone, ben strutturato, anche per chi ha la propria attività o il proprio business. Pur non essendo obbligatorio in tutti i casi, il conto corrente separato per i professionisti, è sicuramente la scelta migliore. Questo integra specifici servizi come la movimentazione dettagliata, il controllo dell’estratto conto e una serie di vantaggi che risultano particolarmente graditi a livello imprenditoriale. L'essenziale è valutare ciò di cui si ha bisogno come ad esempio i bonifici, piuttosto che le operazioni oppure un certo numero di carte aggiuntive, e quindi trovare quello più conveniente.

Vantaggi di un conto corrente business a costo zero

I conti correnti aziendali a costo zero hanno come vantaggio assoluto, quello di essere gratuiti. Includono un pacchetto di servizi che non ha un costo e alcune operazioni extra che invece sono a pagamento. L’importante è che questi siano trasparenti e chiari così da permettere sempre una gestione definita di costi e condizioni per poter prevedere le spese. Sono una tipologia di conto indicato per chi non ha particolari esigenze e quindi non si troverà ad effettuare un gran numero di spese extra, come può avvenire nei casi in cui è necessario un prodotto specifico.

Ci sono limiti ai conti correnti business gratuiti?

I pacchetti business a costo zero hanno sempre dei vincoli. Questi possono essere il deposito di una cifra minima mensilmente oppure un limite massimo di operazioni, oppure la ricezione di carte esclusivamente virtuali. La nota positiva è che questi non sono sempre fissi, si può quindi partire da un piano gratuito e, in caso di necessità, optare per un altro tipo di strumento scalando e quindi aggiungendo risorse a prezzi vantaggiosi. Quanto previsto all’interno del piano che si va a sottoscrivere è sempre espresso chiaramente, i dettagli principali a cui fare attenzione sono:

  • Numero di bonifici che è possibile eseguire su base mensile
  • Possibilità di avere delle carte aggiuntive per i dipendenti
  • Eventuale pagamento di commissioni per prelievi da ATM
  • Costi nascosti per operazioni specifiche

I conti correnti gratuiti in realtà sono sempre meno, soprattutto in ambito business. Dietro il canone gratuito si celano una serie di spese accessorie che poi rendono più conveniente un altro tipo di scelta. Nei casi migliori bisogna pagare comunque imposta di bollo e tasse, altre invece chiedono gli extra. Alcuni conti sono in promozione e quindi il canone gratuito non è per sempre, ma solo per un periodo come tre mesi o un anno. In questo caso bisogna fare attenzione a quello che sarà il costo finale.

Conto corrente senza canone: i migliori

Tra le tante banche che offrono conti correnti senza canone, vi sono alcune con un ottimo pacchetto, ovvero un buon rapporto di servizi al netto di un profilo business gratuito.

Il conto corrente senza canone di N26

La banca N26 offre un conto corrente professionale senza canone annuo e con un cashback dello 0.1%. L’Iban che viene fornito è italiano, anche se la banca è tedesca. Inclusa una Mastercard virtuale e una fisica, al costo di 10 euro. La banca ideale per una gestione completamente mobile con bonifici SEPA del tutto gratuiti, notifiche sempre in tempo reale, niente commissioni su prelievi in tutta Europa, possibilità di creare un salvadanaio e di gestire un budget all’interno di Spaces. Uno spazio, che va al di là del conto corrente, che permette di creare inserire una somma per un progetto o un’attività e quindi ad esempio di dividere la stessa con i propri collaboratori.

L’offerta della banca Revolut

La banca Revolut offre un conto corrente digitale molto pratico, che non necessita di alcuna filiale bancaria per l’apertura e la gestione, pur avendo dei livelli piuttosto avanzati. Il conto business non ha commissioni per il trasferimento del credito, permette di visionare ogni dettaglio di spesa ed entrata e gestire anche le cripto valute. I pagamenti internazionali sono gratuiti, ci sono una serie di funzionalità intelligenti per facilitare il lavoro. Il conto è multi valuta e ha a disposizione i fondi in 28 differenti combinazioni. Con gli account aziendali il profilo è sempre ben organizzato e facile da gestire. Si possono fissare tetti di spesa e limiti per non avere problemi, è possibile utilizzare strumenti aggiuntivi come Xero, ClearBooks e Quickbooks. I fondi sono tutelati dalla FCA ed è possibile ricevere supporto prioritario.

Banca Sella il suo conto corrente senza canone

Il conto corrente di Banca Sella è gratuito per il primo trimestre e poi ha un costo di 13 euro ogni tre mesi. Sono incluse 100 operazioni gratuite al trimestre, la carta di debito è gratuita per sempre e anche la carta di credito non ha costi per il primo anno. Il conto si apre in pochi minuti direttamente online con pochi click. È uno dei migliori conti correnti gratuiti sul mercato con una soluzione small business pensata proprio per i professionisti del settore. Pur non essendo gratuita totalmente ha delle opzioni assolutamente interessanti e soprattutto permette di aprire un conto corrente professionale su una banca solida e sicura.

Hype, per i giovani imprenditori

Il conto corrente Hype è perfetto per giovani imprenditori digitali, costo di emissione della carta gratuito, IBAN italiano, canone annuale gratuito, costi di ricarica di 0.90 euro a sportello o con altra carta presso gli esercizi commerciali a 2.50 euro. I bonifici e i prelievi sono sempre gratuiti. È una made in italy, quindi una delle poche pensate proprio per il mercato italiano. Permette di avere molteplici funzionalità per la gestione, è totalmente a costo zero tranne per le spese indicate. Oltre al conto base sono previsti altre due moduli a cui è possibile scalare se è necessario includere delle operazioni specifiche e quindi per risparmiare sulle spese mensili.

Il conto corrente senza canone di Unicredit

La carta smart di Unicredit pensata proprio attorno all’applicazione che funziona ottimamente con tutti i sistemi ed è integrata anche a Siri e Google Assistant. Un modello bancario innovativo, basato sulla conversazione, che va al di là delle classiche banche e che ha dei costi veramente irrisori. Il conto corrente è gratuito, le operazioni sono gratuite e la solidità disponibile è quella di un grande sistema bancario. La carta Mastercard è gratis, i prelievi anche in tutta Italia e all’estero. È possibile comunque aggiungere delle carte su necessità con un pagamento di 120 euro l’anno e il costo di emissione gratuito.