A cosa serve veramente un conto corrente aziendale? Tutti gli strumenti che lo differenziano da quello per privati

Negli ultimi tempi, sempre più persone si chiedono a cosa serve un conto corrente aziendale. In effetti, sono davvero molti coloro che hanno una partita IVA e magari vogliono conoscere quelle che sono le differenze tra un conto personale e un conto corrente aziendale. Ebbene, magari anche tu vuoi conoscere quali sono i benefici dell'aprire un conto corrente aziendale. Come prima cosa, devi sapere quali sono gli usi fondamentali di un conto corrente. Un conto del genere serve principalmente per:

  • gestire al meglio il proprio denaro
  • amministrare tutti i propri risparmi
  • gestire e ottimizzare quelle che sono le spese private e professionali
  • avere sempre sotto controllo quelli che sono i flussi economici in entrata e uscita

Ma quali sono le caratteristiche che rendono speciale un conto corrente aziendale da uno privato? Ecco un'analisi approfondita al riguardo che ti aiuterà a capire perché dovresti aprire un conto aziendale se sei in possesso di una Partita IVA.

Conto corrente aziendale: averlo è obbligatorio per legge?

Una prima ragione per la quale dovresti avere un conto aziendale è perché è obbligatorio per legge. Proprio così: se sei il titolare di un’azienda dovresti aprire quello che viene chiamato un conto business. Perché devi farlo? Perché in questo modo puoi differenziare le entrate personali da quelle aziendali.

Grazie a questo sistema, faciliterai il lavoro delle autorità competenti in materia fiscali ed eliminerai eventuali dubbi sul tuo operato. Devi ricordare che la tua contabilità come azienda dovrebbe essere sempre trasparente e dovresti avere tutto sotto controllo. In questo modo potrai essere sempre tranquillo in caso di controlli o richieste di documenti.

Inoltre, alcuni passaggi fiscali saranno facilitati. Ad esempio, potrai procedere con i versamenti dell’F24 in modo automatico, restando sempre in linea con i pagamenti delle tasse senza provvedere a fare bollettini o altro. Ricorda che con il conto aziendale business, l’unico modo per pagare le tasse è attraverso bonifico bancario o prelevamento diretto. Questo permette di avere una tracciabilità chiara e ti tutela, così potrai sempre dimostrare di essere regolare nei pagamenti delle tasse.

Conto corrente aziendale: tante caratteristiche che lo rendono speciale

A questo punto, devi comprendere quali sono le caratteristiche che rendono unico un conto business. Ecco di seguito quelli che sono i principali aspetti che rendono diverso un conto aziendale da un semplice conto privato intestato a persona fisica.

I costi da sostenere

Come prima cosa, occorre analizzare quelli che sono i costi da sostenere per un conto aziendale. Come puoi intuire, dovrai pagare un canone mensile per poter avere un conto aziendale. Questo perché si tratta di un conto speciale, che gode di maggiore protezione e di garanzie ottimali. Inoltre, il conto può essere intestato sia al titolare dell’azienda sia all’azienda stessa. Dunque, la sua gestione comporterà una maggiore responsabilità per la banca alla quale ti rivolgerai. Ecco perché viene richiesto un canone mensile. Solitamente il canone da pagare non è molto alto, ma naturalmente potrà variare a seconda dei servizi inclusi.

Carte di credito incluse

Solitamente, quelli che sono i conti privati includono delle carte associate al conto. Spesso però, si tratta di carte prepagate oppure carte di debito appartenenti ai maggiori circuiti internazionali. Quando si apre un conto aziendale comunque, viene inclusa nella maggior parte dei casi, una carta di credito. Per capire meglio, si tratta di quella carta che possiede numeri in rilievo, riconosciute per effettuare pagamenti in ogni parte del mondo, in modo semplice e veloce. Gli istituti finanziari propongono queste carte ai propri clienti per agevolare quelli che sono pagamenti tracciabili. Difatti, utilizzando questi mezzi, le aziende possono pagare i propri fornitori in modo semplice e pratico.

Gestione diversa dei bonifici

Un altro aspetto che bisogna considerare è la diversa gestione dei bonifici con un conto corrente aziendale. Nella maggior parte dei casi, non bisognerà pagare costi extra o commissioni per bonifici nazionali e internazionali. Anche questa funzione viene aggiunta per riuscire a facilitare il lavoro delle diverse aziende. Oltre a facilitare il lavoro, queste funzionalità permettono di essere trasparenti. Sia i pagamenti avvenuti che quelli da effettuare devono sempre essere giustificati con una causale. In più, occorre anche considerare che la gestione dei bonifici serve per poter pagare i propri dipendenti con busta paga. Dunque, anche per questa ragione, devi assolutamente aprire un conto corrente business se possiedi un’azienda.

Conto aziendale: che dire delle funzionalità di internet banking?

Infine, devi concentrarti maggiormente su quelle che sono le funzionalità dell’internet banking. Difatti, questo servizio si è sviluppato maggiormente nell’ultimo periodo, visto lo sviluppo prorompente degli strumenti informatici. Con internet banking si intende la funzionalità di poter entrare sempre nel proprio conto corrente grazie ad un dispositivo elettronico come uno smartphone oppure un tablet.

Ebbene, con il conto corrente aziendale questo servizio viene ottimizzato e ampliato. Addirittura, ci sono banche che mettono a disposizione dei clienti con conto business delle app dedicate da scaricare sul telefono smartphone. In alternativa, ci sono aree personali dedicate sul portale web della banca. L’internet banking può rivelarsi importante in numerose occasioni, dunque non devi sottovalutare questa funzione. Difatti, anche attraverso questo servizio è possibile predisporre il pagamento automatico delle tasse per il modello F24.

Inoltre, con l’internet banking è possibile disporre operazioni di pagamento automatiche, facilitando i rapporti con fornitori e clienti.

Come scegliere un conto corrente business?

Al giorno d’oggi sono presenti davvero tante banche che permettono di usufruire di un mezzo del genere. Per fare sempre una scelta oculata e intelligente, è bene informarsi in merito alla reputazione di ogni banca. Ricorda che aprire un conto corrente intestato alla propria azienda è un’azione importante, che non dovresti svolgere superficialmente.

Dunque, punta su quelle banche che da anni operano nel settore e che godono di ottima salute finanziaria. In più, è importante riuscire a capire aspetti come assistenza e assicurazioni offerte dalla banca sul conto business. Informandoti al riguardo e scegliendo bene, potrai dormire sonni tranquilli in caso di eventuali problemi.

Ora conosci quelle che sono le differenze tra un conto business e un conto privato. Non devi fare altro che scegliere il conto più adatto alle tue esigenze, aprirlo e sfruttare gli strumenti messi a tua disposizione.