Come finanziare i tuoi affari?

Perché è importante finanziare il tuo business?

Un'azienda è come un figlio che ha bisogno di continue attenzioni, di una guida e una direzione specifica affinché cresca e diventi grande. Soprattutto nella sua prima fase, un'impresa necessita di essere nutrita tramite un forte capitale iniziale, ossia un finanziamento del tuo business adeguato, per partire alla grande e sbaragliare la concorrenza. Se vorrai bene alla tua azienda e la tratterai con cura e riguardo, i risultati non tarderanno ad arrivare.


Un’attività commerciale senza una fonte di finanziamento adeguata, soffrirà dimenandosi sotto il peso del proprio debito, come un figlio che non viene nutrito tenderà ad essere debole e sottopeso, di conseguenza nell’azienda calerà il suo profitto: il finanziamento del business è il carburante su cui gira un’azienda, il cibo che la fa crescere sana e forte.



Puoi intraprendere diverse strade per ottenere finanziamenti e sono disponibili varie opzioni in Italia. Il metodo del finanziamento scelto dipenderà dal tuo desiderio di far crescere il business e dal tuo coraggio di indebitarti. Dalla solvenza degli imprenditori nel momento in cui l’azienda viene fondata e dalla quantità di denaro che avrà bisogno per lanciare il suo prodotto sul mercato e mantenere se stessa attraverso una varietà di eventi, dipendono le sorti di un’impresa.

Fondi iniziali

Materiali, forniture per ufficio, attrezzature, un sito Web e biglietti da visita, sono delle necessità iniziali che permetteranno alla tua impresa di entrare nel mercato. I fondi iniziali servono proprio a finanziare la nascita e l’avvio di un’impresa e questo denaro deve essere reperito attraverso la soluzione che ritieni più adeguata alle tue necessità: un investitore, un prestito per piccole/medie imprese o il conto di risparmio del proprietario. Appena raccolti i fondi iniziali, puoi avviare la tua attività.

Flusso di cassa

Il proprietario di un’azienda deve trarre un guadagno dall’attività per poter sopravvivere. Se l’azienda ha dipendenti, devono essere retribuiti con un salario adeguato alle prestazioni che svolgono. Ci sono programmi di aggiornamento da pagare, assicurazioni da stipulare e una lunga lista di altre spese che devono essere saldate nei tempi stabiliti per far sopravvivere la tua impresa. Quando un business inizia la sua attività i profitti saranno bassi, quindi è necessario un finanziamento aziendale per consentire un flusso di cassa necessario a far fronte alle spese fino al momento in cui i profitti arriveranno e saranno stabili.

Espansione aziendale

Dopo la fase di assestamento iniziale, uno dei motivi più importanti per finanziare la tua azienda è l’espansione.

Quando un business supera la propria posizione iniziale accade che c’è una domanda di nuovi beni o servizi, allora l’espansione diventa un’opzione molto valida per migliorare il tuo giro di affari e aumentare i profitti. Una nuova posizione sul mercato, una ricerca sul prodotto e sul marketing, nuovi servizi e ulteriori aggiunte di personale (se necessario), possono costituire un ottimo motivo per richiedere un finanziamento aziendale.

Eventi straordinari: incidenti, riparazioni ecc…

Gli incidenti accadono all’improvviso e possono essere di varia entità: incendi, terremoti, inondazioni, trombe d’aria e uragani, possono devastare un business e di conseguenza il suo (e il tuo) bilancio. Sebbene l’assicurazione coprirà la maggior parte degli eventi catastrofici straordinari, le franchigie devono essere pagate e per questo hai un bisogno costante di denaro nelle casse. Inoltre, ci sono da pagare i salari mentre l’attività generale viene riparata e si appresta a ripartire.



Anche gli eventi meno disastrosi come il rinnovamento delle attrezzature e della tecnologia, possono richiedere un esborso di cassa piuttosto ampio: ad esempio, le apparecchiature diventano obsolete e i computer devono essere aggiornati o sostituiti. Una linea di credito con una tariffa speciale può tornare utile in questi momenti.

Finanziare il tuo business per finanziarti meglio

Una società può esplorare diverse opzioni per quanto riguarda il finanziamento del business. I prestiti bancari tradizionali possono essere facilmente ottenuti da una piccola impresa, anche le linee di credito o le carte di credito aziendali con tariffe speciali possono costituire un’opzione valida. Tieni presente che conseguire i finanziamenti significherà presentare la tua idea di business ai potenziali investitori, quindi dovrai essere sicuro e conoscere il modello della tua attività a 360° dentro e fuori. Ma se un imprenditore desidera avviare da sé l’attività, l’inserimento in un conto di risparmio, investimenti da parte di familiari o amici, sono opzioni anch’esse molto valide ed efficaci.

Altri tipi di finanziamento per il tuo business: dal crowdfunding al prestito online

I tipi di finanziamento sono vari e rappresentano opzioni valide per raggiungere lo scopo nel modo che rispecchia meglio le tue esigenze.



Il crowdfunding è un processo di finanziamento collettivo per il tuo business, esistono in Italia piattaforme dove potrai spiegare il tuo progetto e richiedere i fondi necessari, un’idea innovativa che sta ottenendo sempre più successo in tutto il mondo.



Anche il finanziamento attraverso i risparmi di terzi o propri può essere una soluzione semplice e molto funzionale. Se hai fiducia nel tuo progetto e sei sicuro che riesca ad imporsi nel mercato, puoi anche chiedere aiuto ad investitori privati che finanziano le attività delle start up, questo metodo potrebbe rivelarsi il più veloce fornire immediatamente il capitale iniziale.



Un’opzione veloce, può essere costituita anche dal prestito personale online. In questo caso il finanziamento può essere utilizzato per qualunque scopo ed essere rimborsato a rate. Questo è il metodo più veloce fra quelli elencati perché è in grado di finanziare il tuo business in maniera diretta fornendo il capitale senza troppe domande.

Quali sono i modi per finanziare la tua attività?

Ci sono varie strade per il finanziamento di un’impresa in Italia. Quando cerchi le finanze per avviare un’attività, il tuo commercialista e la tua banca possono essere generalmente il primo punto di riferimento, ma sarà necessario un business plan dettagliato e molto ricercato.



Per investimenti specifici esistono vari tipi di sussidi e sgravi fiscali volti a sostenere le imprese che necessitano di sostegno finanziario. Questi possono essere concessi da:

  • Stato;
  • Regione;
  • Provincia.


A causa della complessità del sistema di incentivi, la ricerca dei fondi potrebbe richiedere molto tempo e anche la creazione di un’efficiente filiale locale. Informazioni e contatti sono disponibili online su www.invitalia.it, il sito web dell’ente governativo incaricato di attirare investimenti esteri nel Paese.



Per una panoramica delle opportunità di finanziamento, un altro link utile è il sito Web dell’Istituto per le Promozioni Industriali (www.ipi.it) o i siti Web delle Camere di Commercio regionali. Per maggiori informazioni se risiedi all’estero o vuoi aprire un’impresa internazionale in un’altra nazione è una buona idea contattare la Camera di Commercio nel proprio paese straniero, con i suoi segretari regionali che sono pronti a fornire i consigli e il supporto necessari.



In generale, i programmi di incentivi gestiti dall’Italia contribuiscono a sostenere lo sviluppo regionale e migliorare la competitività locale sostenendo le imprese, promuovendo e sostenendo la ricerca, l’innovazione e la formazione.



Gli incentivi nazionali agli investimenti includono:

  • la creazione di nuovi impianti di produzione e l’espansione di quelli esistenti (ad esempio con contratti di sviluppo);
  • investimenti per rilanciare le aree industriali (ad esempio la legge 181/89);
  • ricerca tecnologica e innovazione (ad esempio Industria 2015, il Fondo per l’innovazione tecnologica FIT e il Fondo di incentivazione alla ricerca FAR);
  • nuovi investimenti e creazione di posti di lavoro (ad esempio crediti d’imposta).

Legge 181/89: una panoramica generale


La legge 181/89 istituisce un meccanismo di sostegno per la re – industrializzazione e la rivitalizzazione delle aree industriali. Lo strumento è interamente gestito da Invitalia (www.invitalia.it) che gestisce tutte le fasi della procedura: valuta le applicazioni aziendali e definisce la redditività del progetto, gestisce l’erogazione degli aiuti ed esegue il monitoraggio del progetto.



Non sono ammessi i seguenti settori: attività nella produzione primaria di prodotti agricoli, pesca e acquacoltura, carbone, acciaio, costruzione navale, fibre sintetiche. Le aziende di tutte le dimensioni che operano nei settori minerario e estrattivo, manifatturiero, della produzione di energia e dei servizi che investono in aree sovvenzionate, possono trarre vantaggio da questo meccanismo. Le sovvenzioni aiutano a coprire fino al:

  • 25% dei costi ammissibili per l’intero progetto di investimento nell’Italia centrale e settentrionale;
  • 40% dei costi ammissibili per l’intero progetto di investimento nel sud.


Le aziende possono anche ottenere finanziamenti agevolati che coprono il 30% degli investimenti ammissibili. Questo processo consiste in un prestito agevolato con una durata di 10 anni e un pre – ammortamento in 3 anni. Il file contiene l’elenco completo dei comuni idonei e il relativo equivalente sovvenzione lordo e può essere scaricato sul sito www.invitalia.com.



Un’altra fonte di finanziamento del tuo business può essere l’Unione Europea (sostegno alla competitività in specifiche aree territoriali e settori di ricerca e sviluppo). Sfoglia le pagine di questo sito web http://ec.europa.eu/grants/index_en.htm, dove le sovvenzioni finanziate dall’UE sono ordinate per settore.



Tieni presente che esistono oltre 450 fonti di finanziamento per sovvenzioni rimborsabili, regimi di aiuti, singoli e tirocini, prestiti e garanzie nell’UE. Questi possono essere assegnati dagli organizzazioni come la Commissione Europea, il Consiglio d’Europa, la Banca Europea per gli Investimenti e altri enti.

Come scegliere la migliore opzione di finanziamento per la tua azienda

Per ottimizzare l’avvio di un’impresa è importantissimo affidarsi ai finanziamenti giusti. Questo significa scegliere il modo migliore per nutrire tuo figlio e dargli modo di crescere in maniera sana e con un fisico forte, ossia tenere l’azienda il più lontano possibile dai debiti insolvibili.



Attuare un piano finanziario attraverso la scelta del miglior finanziamento possibile per la tua attività produttiva, ti consentirà di realizzare il tuo business d’impresa. Questo richiede un grande esercizio di coordinazione dei vari elementi (materiali, umani, immateriali), che combinati fra di loro riescono a donare un equilibrio finanziario solido.



Non sempre le soluzioni presentate nel paragrafo precedente riescono a costituire un ottimo modo per finanziare la propria azienda, infatti oltre agli enti provinciali, regionali e statali che usufruiscono di fondi europei, esistono altre soluzioni molto più comode e che riescono a donare rapidamente un equilibrio finanziario. I finanziamenti a lungo termine, come nel caso dei finanziamenti UE, devono finanziare impieghi a lungo termine, ma se invece hai necessità di finanziare impieghi a breve termine, devi affidarti a fonti di finanziamento più rapide e veloci.

Quali sono le caratteristiche essenziali delle migliori opzioni di finanziamento per la tua azienda?

Le opzioni scelte per il finanziamento della tua azienda, devono avere il carattere dell’omogeneità, ossia essere affini al fabbisogno economico da coprire in qualsiasi momento, sia per quanto riguarda le operazioni ordinarie che straordinarie.



Un’altra caratteristica fondamentale è la flessibilità, questo significa che l’opzione di finanziamento deve concedere la possibilità di modificare la sua struttura, in modo da poter seguire meglio e con più precisione il corso degli eventi e i risultati aziendali, per dare un equilibrio finanziario costante tra fonti e impieghi.



Anche l’elasticità è un fattore importante, essa consente all’azienda di avere margini di manovra più ampi per qualunque tipo di operazione.



Infine, non bisogna mai sottovalutare l’economicità dei finanziamenti, ossia la capacità di massimizzare il differenziale fra investimento e rendimento.

Quali sono le migliori opzioni per i finanziamenti aziendali?

Scegliere le migliori opzioni che consentano un equilibrio finanziario alla tua azienda è il miglior modo per scongiurare i rischi di illiquidità e di insolvenza, dunque è anche un grande passo per ottenere successo. I migliori strumenti di finanziamento a cui ricorrere sono a titolo di capitale proprio, attraverso l’aumento del capitale sociale, e a titolo di capitale di terzi, ossia attraverso finanziamenti, dilazioni di pagamenti, prestiti.

Finanziamento a titolo di capitale proprio

Questa opzione di finanziamento consente ai proprietari di conferire un valore aggiuntivo al capitale sociale dal momento della costituzione dell’azienda fino alla sua chiusura. È possibile anche autofinanziarsi trattenendo gli utili non distribuiti (una volta che l’azienda è stata avviata e a raggiunto un utile). Gli aumenti del capitale sociale possono essere reali, ossia a pagamento, oppure nominali, ossia gratuiti, questo significa che non vengono immessi nuovi capitali nell’azienda ma che alcune voci del bilancio vengono impiegate per l’aumento del capitale sociale.

Aumento del capitale a titolo di terzi

Questa opzione di finanziamento consente di trovare all’esterno il finanziamento necessario per le operazioni aziendali durante il corso della vita dell’azienda, ma anche quando è in fase di costituzione. Soprattutto nella prima fase è importante non sbagliare la scelta del finanziamento.



È possibile scegliere un finanziamento a medio – lungo termine fornito da istituti creditizi attraverso muti garantiti da ipoteche, oppure attuare un leasing finanziario.

Come richiedere un prestito per finanziare il tuo business

Il capitale è uno degli strumenti fondamentali che ogni azienda deve avere per poter eseguire facilmente le sue operazioni. Molti hanno idee meravigliose che possono condurre alla creazione di veri e propri imperi commerciali, ma bisogna superare l’ostacolo che si frappone tra le idee e il lancio dell’attività aziendale: la mancanza di capitali.



Il modo più comune per ottenere finanziamenti è attraverso i prestiti concessi dalle banche e da altre istituzioni finanziarie. Purtroppo, ottenere un prestito oggi, non è così facile come lo era in passato, in quanto la crisi economico – finanziaria che si è verificata diversi anni fa, ha spinto le banche a limitare i prestiti alle piccole imprese. Per migliorare la percentuale di riuscita della concessione dei finanziamenti per il tuo business è molto importante che tu conosca i passaggi necessari per ottenere con sicurezza un prestito da un istituto creditizio.



Avere un piano aziendale adeguato è un punto molto importante. Le banche hanno bisogno di un solido piano finanziario che evidenzi tutto ciò che la tua attività comporta: avere business plan studiato nei minimi dettagli significa che l’azienda avrà maggiore probabilità di successo per il suo creditore.



Indica come vuoi spendere le tue finanze perché le banche tendono a valutare con scrupolo in che modo il richiedente del prestito desidera spendere i fondi richiesti. Quindi, una volta affermato come il prestito verrà utilizzato, sarà più facile per la banca determinare se l’importo richiesto soddisferà tutte le vostre esigenze.



Quando devi richiedere un prestito, devi fare una ricerca approfondita in modo da non sottovalutare o sopravvalutare la quantità di denaro richiesta. Ciò è dovuto al fatto che una sottovalutazione potrebbe condurti direttamente verso dei problemi finanziari in futuro. La sopravvalutazione, d’altra parte, mette a rischio l’affidabilità del business plan.



Ricordati di prendere in considerazione e valutare scrupolosamente tutte le tue opzioni di prestito dopo esserti assicurato che sia tutto in regola. Adesso, è il momento di fare ricerche e trovare una lista di banche che siano in grado di concederti il tipo di prestito di cui hai bisogno. Scegli la banca che offre prestiti a tassi di interesse più bassi e con le linee guida di approvazione più flessibili.



Ottenere un prestito da una banca è più facile quando disponi di bilanci adeguati. Le banche vorranno sempre controllare il bilancio, i rendiconti finanziari e le dichiarazioni dei redditi, in modo da accertare se sei in grado di rimborsare o no il prestito. Tenere tutte le carte in regola e in ordine è un ottimo modo per ottenere un finanziamento.

Perché affidarsi ad un broker per i finanziamenti e i prestiti commerciali?

Lavorare con un broker può avere diversi vantaggi per quanto riguarda i finanziamenti della tua azienda. Innanzitutto, può far risparmiare il tempo e lo sforzo della ricerca, oltre a quello della richiesta di mutui per i finanziamenti commerciali. Poiché i broker sono probabilmente più esperti nel settore del credito alle imprese, potrebbero conoscere le migliori opzioni per la tua attività che non avresti mai trovato da solo. Lavorare con un broker esperto significa affidarsi ad un professionista astuto ed esperto, capace di annusare un buon affare – o una truffa – a chilometri di distanza.



Il tuo broker può spiegarti concetti non familiari e impedirti di trattare direttamente con il tuo creditore, questo perché conosce tutti i trucchi necessari per superare con il massimo dei voti l’esame per farti ottenere il finanziamento per il tuo business alle migliori condizioni. Se hai intenzione di richiedere un finanziamento per la tua azienda, questa è la soluzione più pratica che riesce a garantirti le migliori scelte e le opzioni più vantaggiose per finanziare il tuo business.

comments
Lascia una risposta

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *